Settembre, andiamo!

Buongiorno a tutti!
A settembre è il momento di gridare forte la vostra professionalità e di riprendere il ritmo! Auguro a tutti lavoro, lavoro, lavoro!
Oggi ho buone notizie: dopo le mie denunce fatte, anche altri blogger ed associazioni del settore iniziano a parlare di abusivismo. Ora è il momento di non parlare più. Iniziamo con i fatti. Per fermare questa piaga, che sta diventando un’epidemia, ci vogliono costanza, continuità, e non bisogna perdere mai fiducia nelle istituzioni.
Denunciate i parrucchieri abusivi, anche in modo anonimo. Scrivetemi, contattate le associazioni di settore, gli altri blog, non permettete che il silenzio abbia il sopravvento sulla legalità, sulla dignità e sull’onestà.
Tacere vuol dire essere involontariamente complici e assistere inerti ad un contagio che se non viene fermato potrà distruggere il vostro lavoro.
Ci volete voi! Scrivetemi!

20130905-194538.jpg

Tag:, ,

Categorie: Iniziative

32 commenti su “Settembre, andiamo!”

  1. Maria Catena
    settembre 5, 2013 a 8:19 pm #

    Ancora una volta leggo con ammirazione che la battaglia continua, non mancheranno le denuncie per coloro che non sono in regola. Un Caro saluto Maria Catena da Vibo Valentia

  2. Danila
    settembre 5, 2013 a 8:40 pm #

    Forse ora,le nostre denuncie di persone abusive serviranno a qualche cosa!!! In passato ci hanno sempre sbattuto la porta in faccia!!! GRAZIE!!!! Per tutto quello che sta facendo per noi!!! GRAZIE per essere la prima ad avere sempre creduto in questo suo progetto e per averlo sempre portato avanti,nonostante le difficoltà trovate!!!GRAZIE perché lei crede in noi!!! – i Lorini – da Chiari

  3. settembre 5, 2013 a 10:39 pm #

    Ho cercato in tutti i modi di denunciare gli abusi. .in paese almeno 30….ms ho solo visto spallucce ,sorrisetti idioti e braccia allargate.

  4. settembre 5, 2013 a 10:44 pm #

    ..comunque sarebbe meglio che altri del settore scendessero al nostro fianco. …se guadagnamo….spendiamo. Una mano lava l’altra.Ma non tutti hanno la sua intelligenza. Con affetto da sempre. Angela

  5. settembre 6, 2013 a 6:05 am #

    Sono d’accordo, non dobbiamo permettere che questa piaga continui ad espandersi……..chi sa di qualcuno che lavora abusivamente ha la responsabilità di denunciare la cosa! In gioco c’è il nostro lavoro, i nostri sacrifici, il nostro futuro!

  6. Luisa
    settembre 6, 2013 a 7:06 am #

    Sono felice di sapere che è arrivato il tempo di farsi intendere.. Chi lavora in casa che abbia il coraggio di pagare le tasse come tutti noi..oppure che faccia altro nella vita. Siamo stanchi di pagare anche per chi non vuole responsabilità.. Veramente complimenti signora…..

  7. settembre 6, 2013 a 7:56 am #

    Buongiorno La seguo con molta stima dall’inizio e vorrei sapere qual’è il modo migliore per denunciare in modo anonimo una lavoratrice che gira per le case a nero. grazie Michele

  8. settembre 6, 2013 a 7:57 am #

    Sempre pronto a seguirLa.
    Ho contattato due associazioni di categoria per denunciare con nome cognome e indirizzo questi “splendidi parassiti” ma la risposta e stata “….e noi cosa possiamo farci?”.

    Dobbiamo modificare il sistema altrimenti nessuno interviene materialmente e il nostro settore continuerà a contrarsi.

  9. casiro
    settembre 6, 2013 a 9:18 am #

    indignata e delusa di quanto nichilismo si sta creando nel mondo del lavoro vedere scappare i giovani verso la terra promessa ed essere sostituiti da altri che distruggono l’ITALIA che distruggono il mondo del lavoro mettendocci con le spalle al muro in particolare noi artigiani, per i colletti bianchi, categoria di ignoranti,ma mi viene da scrivere SIGNORI non siamo soli siamo un gruppo numeroso che si e’ stancato di vedere colleghi soffocati e costretti a lascire ed arrendersi . ma noi no siamo pronti a lottare grazie all’iniziativa di parrucchieri oggi

  10. massimo
    settembre 6, 2013 a 11:48 am #

    sapete che per un abusivo e na pacchia pensate che noi tutti paghiamo tasse per dargli assistenza sanitaria istruzione a loro ed i figli in più quando si faranno vecchi gli paghiamo anche la pensione sociale mentre loro vivono a spese della società ma e mai possibile che lo stato le associazioni non intervengano mai , pensate io sto a napoli che e la capitale dell abusivismo ma nessuno se ne fotte parlano di aumentare le tasse per risanare il bilancio dello stato mentre un esercito di abusivi “ma non solo nel nostro settore” divora risorse ingiustamente questa e l’italia ?????

    • paolamanfroi
      settembre 27, 2013 a 4:14 pm #

      io sono paola di vicenza ed anche noi nel nostro piccolo paese abbiamo sollecitato l associazione di categoria per combattere l’abusivismo siamo un paese di 4500 abitanti 5 parru’cchieri e 7 persone che lavorano in casa o fuori dipende completamente in nero la beffa ci hanno fatto credere di avere fatto qualcosa invece dopo 4 mesi non hanno ancora fatto niente

  11. paolo e lory
    settembre 6, 2013 a 12:59 pm #

    Buon giorno sig, Parnazzini complimenti, l’unione fa la forza e lei ci sta riuscendo bene a tenere compatto questo gruppo spero che ancora tanti si uniscono. Forza denunciamo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  12. paolagio.d@alice.it
    settembre 6, 2013 a 3:38 pm #

    Gent. ma Parnazzini siamo daccordissimo con lei ..vorrei informazioni per fare denuncia anomima..grazie per il sostegno morale!!!! quando si andra’ a Roma con le testine?

  13. Ilaria
    settembre 6, 2013 a 8:00 pm #

    Cari colleghi dobbiamo farci ascoltare dalla finanza perché io ho provato a denunciare ma mi hanno risposto che loro non possono entrare nelle case. Come possiamo fare x farci ascoltare????

  14. settembre 6, 2013 a 8:43 pm #

    Andiamo avanti

  15. settembre 6, 2013 a 8:46 pm #

    Ancora Una volta lei e Grande sg Maria ha raggione perl dobbiamo a date a Roma per he cianno finiti facciamo presto

  16. morena
    settembre 7, 2013 a 8:29 am #

    stiamo denunciando gli abusivi ……

  17. maury
    settembre 7, 2013 a 2:09 pm #

    CON LE PAROLE SI FA POCO..!!!FATTI CI VOGLIONO

  18. lina
    settembre 9, 2013 a 3:18 pm #

    per farci ascoltare
    . bisogna denunciare in modo anonimo tutti gli abusivi nel nostro settore . segnalando i nomi e cognomi indirizzi alla guardia di finanza solo così possono fare i controlli . e poi tappezzare le nostre città con volantini con NO ALL’ABUSIVISMO

  19. Paola
    settembre 9, 2013 a 5:19 pm #

    Buongiorno a tutti,sono nuova nel blog,vorrei ringraziare tutti per quello che state facendo per il nostro settore,nessuno ci tutela,noi paghiamo sempre e tanti fanno i furbetti lavorando in nero.Pensate che la mia lavorante a gennaio si è messa in maternità anticipata perché stava male (o almeno così diceva) e poi ho saputo che lavorava in nero in giro…e io in negozio con un bel mal di schiena per mantenerla.Ovviamente l’ho affrontata e la sua risposta è stata che a lei la maternità non basta per vivere e quindi si ritiene dalla parte del giusto.Ovviamente non rientrerà a lavorare perché il rapporto si è spaccato ma finchè la bimba non compirà un anno ce l’avrò sul groppone…bella legge che abbiamo!

  20. silviascarante@libero.it
    settembre 10, 2013 a 9:00 am #

    Brava!!! L’unione fa’ la forza!! Dobbiamo essere uniti e condividere tutti lo stesso pensiero

  21. massimo
    settembre 11, 2013 a 10:41 am #

    parole parole parole

  22. Chiara pagliarani
    settembre 12, 2013 a 4:09 pm #

    Ieri ho saputo dal mio rappresentante che ha ricevuto tanti contatti…. Bene! Nella mia zona ho parlato con tantissimi colleghi superando il fatto di averli come diretti concorrenti. L’unione fa la forza !!!!!

  23. Giusy
    settembre 13, 2013 a 4:09 pm #

    Grazie !!!! Siamo sempre con lei !!!!

  24. Monica celano
    settembre 13, 2013 a 5:21 pm #

    Grandiiii come sempre ci si vede ad ottobre…e sempre grazie grazie grazie

  25. settembre 14, 2013 a 11:18 am #

    noi ci siamo……….ma si risolvera’ qualcosa o come sempre si fanno una risatina sarcastica per prenderci per i fondelli? chi per ora sta ottenendo qualcosa sono i no tav….perche’ usano la violenza??? forse e’ solo con quella che cambia tutto in italia….

  26. settembre 14, 2013 a 5:02 pm #

    Signora e’ da molto che la seguo….Non finisce mai di sorprendermi!!!!Grazieeee!!!

  27. rita bogner
    settembre 15, 2013 a 5:24 pm #

    RITA,
    sono d’accordo che l’abusivismo va combattuto. inoltre volevo notizieriguardo l’eventuale manifestazione a Roma dei parrucchieri. ho sensibilizzato alcuni colleghi di entrare nel sito Parrucchieri Oggi. ciao rita

  28. angela leone
    settembre 17, 2013 a 12:40 pm #

    Semplicemente grazie….io sono con lei…

  29. Ilaria
    settembre 17, 2013 a 8:59 pm #

    La finanza risponde che senza prove certe non si muovono… Io voglio fare qualcosa ma non so come farmi ascoltare. È anche contro l interesse dello stato avere così tante persone che non pagano le tasse, ma allora perché permettono tutto questo? Perché tutta questa omertà ?

  30. massimo
    settembre 24, 2013 a 9:03 am #

    maria perché non commenti mai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: